La Associazione Nazionale Slow Food

Fondata da Carlo Petrini nel 1986, Slow Food è diventata nel 1989 una associazione internazionale. Nata a Bra , oggi conta 100 000 iscritti, con sedi in Italia, Germania, Svizzera, Stati Uniti, Francia, Giappone, Regno Unito (in ordine di costituzione) e aderenti in 130 Paesi. Da un'idea di Slow Food è nata Terra Madre , il meeting mondiale tra le Comunità del Cibo, che è giunta nell'ottobre 2008 alla sua terza edizione.

Slow Food significa dare la giusta importanza al piacere legato al cibo, imparando a godere della diversità delle ricette e dei sapori, a riconoscere la varietà dei luoghi di produzione e degli artefici, a rispettare i ritmi delle stagioni e del convivio.
Slow Food afferma la necessità dell' educazione del gusto come migliore difesa contro la cattiva qualità e le frodi e come strada maestra contro l' omologazione dei nostri pasti; opera per la salvaguardia delle cucine locali, delle produzioni tradizionali, delle specie vegetali e animali a rischio di estinzione; sostiene un nuovo modello di agricoltura , meno intensivo e più pulito.

Slow Food, attraverso progetti ( Presìdi ), pubblicazioni ( Slow Food Editore ), eventi ( Terra Madre ) e manifestazioni ( Salone del Gusto , Cheese , Slow Fish ) difende la biodiversità e i diritti dei popoli alla sovranit à alimentare.
La rete dei 100 000 associati di Slow Food è suddivisa in sedi locali - dette Condotte in Italia e Convivium nel mondo, coordinate da Convivium leader che si occupano di organizzare corsi, degustazioni, cene, viaggi, di promuovere a livello locale le campagne lanciate dall'associazione, di attivare progetti diffusi come gli orti scolastici e di partecipare ai grandi eventi organizzati da Slow Food a livello internazionale. Sono attivi più di 1000 Convivium Slow Food in 130 Paesi, comprese le 410 Condotte in Italia.

 

La Condotta Slow Food Matera

A Matera, nel giugno del 2009, tre amici, Luigi, Giacinto e Gianni, si mettono in testa di riportare Slow Food nella città dei Sassi, dopo alcuni anni di assenza.

Luigi e Giacinto, forti dell'esperienza e dell'entusiasmo maturati all'interno della Condotta Slow Food di Alberobello e della Valle d'Itria, si lanciano verso quella che, sempre più, si sta trasformando in una bellissima avventura, trascinando dietro se non solo il “ povero ” Gianni, ma amici e conoscenti che, di Slow Food, avevano appena sentito parlare.

Nasce così ufficialmente, il 25 ottobre del 2009, la Condotta Slow Food di Matera, grazie ad un gruppo di amici innamorati del proprio territorio e desiderosi di contribuire alla missione di Slow Food di affermare la necessità di un cibo buono, pulito e giusto.

I nostri valori, pilastri su cui basiamo le nostre convinzioni e il nostro entusiasmo sono il piacere , la diversità , la complicità e fraternità , ma anche la dimensione etica e il dubbio .

Il piacere , che è il primo dei nostri valori, per noi significa il piacere materiale di ciò che tuteliamo e promuoviamo, ma anche il piacere di stare insieme e di condividere esperienze, cosa che ci porta alla convivialità, valore al quale non potremo mai rinunciare.

La diversità , straordinaria forza creativa, rappresenta la biodiversità, l'amore per le differenze, la specificità, tutti aspetti che sono patrimonio fondamentale attorno al quale ruotano le comunità di Slow Food.

Complicità e fraternità , intesi come affetto disinteressato, rendono più forti i nostri legami e ci permettono di fare le cose – difficili e straordinarie – che abbiamo in mente di realizzare.

La dimensione etica , necessaria in qualsiasi attività umana, rappresenta il forte carattere sociale, la non negoziabilità dei nostri valori, l'impossibilità di accettare compromessi che ci facciano rinunciare ai valori ed alle idee ed alle visioni che condividiamo in Slow Food.

Il dubbio (e la curiosità che è la sua figlia più nobile) sono necessari, soprattutto per chi ha tante e solide convinzioni. Coltivare il dubbio, accompagnandolo alla curiosità, è fondamentale per non smettere mai di porsi domande e cercare risposte. Il coraggio di fare domande difficili, anche a noi stessi, la capacità di celebrare le proprie virtù ma al contempo mettersi sempre in discussione, è una impareggiabile forza per andare sempre avanti e per fare sempre meglio.

Tutto questo è la Condotta Slow Food di Matera, ma anche molto altro: seguiteci, sosteneteci, iscrivetevi, non ve ne pentirete!

 
  • Diventa Socio